lunedì 16 aprile 2018

La favolosa vita di Henry N. Brown, orsetto centenario, di Anne Helene Bubenzer



Titolo originale: Die Unglaubliche Geschitche des Henry N. Brown

Anno di pubblicazione: 2008

Ambientazione: Vari paesi del mondo, dal 1921 a oggi




Bath, 1921: poco prima dell'ora del tè "nasce" Henry N. Brown, orsetto di peluche cucito da Alice, una giovane vedova di guerra che al piccolo amico che allevia il suo dolore ha "affidato l'amore", come gli ha detto lei, e che Henry da allora custodirà con cura attraverso i vari "padroncini" che conoscerà nell'intero arco della sua esistenza....



Una delle mie passioni sono i giocattoli, sopratutto vecchi: passione che ho tenuta nascosta per anni, e che ho sdoganato solo due anni fa, anche se ho accuratamente conservato tutto ciò che ho potuto della mia infanzia e anche di quella di mia sorella. Ho sempre pensato fin da piccola che anche i giocattoli in fondo potrebbero avere un' anima, e mi commuove sempre vedere dei giocattoli abbandonati o rotti, magari in un cassonetto o nelle scatole di mercato dell'usato: ci hanno fatto compagnia, consolato, divertito, sono stati i nostri piccoli fedeli amici....e poi finiscono così?
E' certo normale, ma la cosa mi ha sempre messo un po' di tristezza.
Come poteva sfuggirmi quindi un libro dove il protagonista è un dolce orsetto addirittura centenario (in realtà poco più che ottantenne, dato che è nato nel 1921 e il libro è stato scritto nel 2008)?
Non poteva infatti!
Ed ecco che, come dice una recensione di "Der Spiegel" riportata sul retro del libro, "Salutiamo un nuovo, straordinario personaggio letterario: Henry N. Brown, orsetto di peluche".
Il piccolo Henry nel corso della sua lunga vita attraversa varie parti del mondo, conosce tantissime persone di ceti diversi, vive nelle famiglie più disparate e con i più disparati padroncini: sempre curioso e avido di esperienze, attraverso di loro conoscerà l'amore, l'odio, la paura, il dolore. La malinconica vedova Alice (che lo ha cucito e gli ha "affidato l'amore" per prima), la famiglia colta di Emily e Victor, il fantasioso Robert, il soldato tedesco Friederich e la sua piccola figlia Charlotte scomparsa dopo un bombardamento, l'introversa Melanie e la vivace Julchen, la piccola Lucille picchiata dal padre, l'amata Isabelle, la piccola malata Nina....tutti loro, e anche i loro parenti e amici, faranno pian piano parte (per periodi più o meno lunghi) della vita di questo delizioso protagonista, che come tutti gli orsetti ha il compito principale di ascoltare, custodire i segreti e consolare. 
Anche  Henry (che comunque a seconda dei padroni cambierà nome più volte) in realtà ha un suo modo di vedere le cose, opinioni e un punto di vista ben preciso su ogni cosa; anche a lui la vita non risparmierà gioie e dolori, che custodirà gelosamente dentro di sè fino a quando non verrà adottato dalla scrittrice Anne; ma il nostro attraverserà il secolo con spirito indomito e con sempre rinnovata voglia di dare e ricevere l'amore di cui la giovane Alice lo ha nominato custode la volta che lo ha creato.
Una storia bellissima con personaggi straordinari nella loro semplicità, che appassiona e tiene incollati pagina dopo pagina,; impossibile non palpitare per le vicende di tutti i personaggi narrati, e in particolare impossibile non adorare il tenero Henry e le sue storie. 
A proposito, quel "N" dopo Henry sta per "nearly", ovvero "quasi", perchè in effetti Henry non è proprio marrone ma di un colore un po' più chiaro. 

2 commenti:

  1. L'ho acquistato ma non l'ho ancora letto. Credo proprio che Henry conquisterà anche me *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti durante la lettura mi è venuto in mente il tuo blog, ho pensato che Henry avrebbe potuto facilmente trovarvi posto. E sono sicura anche io che ti piacerà!

      Elimina