martedì 6 febbraio 2018

Un Natale in giallo, di Gian Mauro Costa, Francesco Recami, Santo Piazzese, Carlo Flamigni, Marco Malvaldi, Ben Pasztor, Alicia Gimenez- Bartlett

Anno di pubblicazione: 2011

Ambientazione: di vario tipo



Alcuni racconti a sfondo natalizio ad opera di famosi giallisti:


- Natale nella casa di ringhiera:


- Un Natale di Petra: l'ispettrice Petra e il suo vice Fermin devono abbandonare i rispettivi pranzi di Natale perchè in ospedale è stato ucciso un boss piantonato da un assassino vestito da Babbo Natale...

- Come fu che cambiai marca di whisky:

- Natale con chi vuoi:

- La mossa del geco:

- L'esperienza fa la differenza:

- il giaciglio d'acciaio:



E' il primo libro della serie "in giallo" di cui ho già parlato avendo letto altre raccolte,e che come sapete raccoglie racconti di famosi giallisti che raccontano i loro personaggi più noti alle prese con varie situazioni: ferie, Natale, turismo, Carnevale ecc.
Stranamente è anche quello che finora mi è piaciuto di meno: i personaggi che già conoscevo erano solo gli inquilini della casa di ringhiera (Recami), Petra Delicado (Gimenez- Bartlett), il barista Massimo e i vecchietti del Bar Lume (Malvaldi). Altri personaggi che invece ho "conosciuto" con questo romanzo sono Enzo Baimonte, elettrotecnico in crisi (di mestiere) riciclato come investigatore privato (Costa), il romagnolo Primo Casadei e la sua famiglia super-allargata (Flamigni), Lorenzo La Marca e la sua donna, la misteriosa Michelle (Piazzese) e infine l'ufficiale tedesco Martin Bora (Pastor).
In generale, tralasciando il racconto di Recami di cui ho già parlato essendo parte del romanzo "La casa di ringhiera" (e che quindi non recensisco avendolo già fatto), quelli che mi sono  piaciuti di più sono  stati quelli di Costa e Malvaldi: il primo è basato sull'invito alla lotteria parrocchiale che Enzo Baiamonte ha ricevuto da parte dell'anziana cugina di un amico, che tra l'altro ha un problema con il funzionamento del fiumicello del presepe, che Enzo essendo elettrotecnico deve risolvere; il secondo su un misterioso vandalo che nottetempo passa per le strade di alcuni quartieri rompendo i sacchetti della raccolta differenziata sporcando dappertutto. I personaggi e le situazioni mantengono tutti le caratteristiche che li hanno resi famosi nelle rispettive saghe, ed è curioso notare come molti di loro siano allergici a questo tipo di festività.
Unico racconto che fa eccezione l'ultimo, quello di Ben Pastor che descrive un triste Natale in guerra per i soldati tedeschi nella battaglia di stalingrado.



Nessun commento:

Posta un commento