sabato 13 gennaio 2018

Chi ben comincia...

Eccoci arrivati al consueto appuntamento mensile dedicato agli incipit dei libri:








"Cara Caterina, Cara Margherita,
siete vive tutte e due, e io e la mamma stiamo bene. Nessuno di noi ha un tumore. Non ho scritto questo libro perchè morirò presto, spero di schiattare dopo...parecchio dopo qualsiasi cosa.
Questo libro non è un testamento, non vi lascio nulla. Questo libro è una lettera, con molto inchiostro, scritta a due fiorellini, che ogni giorno hanno bisogno di acqua, carezze, riposo, ombra e parole.
Però devo fare una premessa: per me scrivere è faticoso. Devo sfruculiare l'anima, sollecitare ricordi e tirare giù coperte che il tempo aveva tirato su.
La miniera è peggiore, tante altre cose sono peggiori, perciò non mi lamento.
Però non sono neanche uno di quelli che scrive di getto e tutto va bene". 


Saverio Tommasi, "Siate ribelli, praticate gentilezza"

Nessun commento:

Posta un commento