venerdì 22 dicembre 2017

La mia famiglia e altri animali, di Gerald Durrell


Titolo originale: My family and other animals

Anno di pubblicazione: 1956

Ambientazione: Corfù, 1935-1939




Nel 1935 la famiglia Durrel,composta dalla madre vedova, dai quattro figli: Larry, Leslie, Margo e Gerald più il cane Roger, si trasferisce a vivere sull'isola di Corfù, dove vivrà per cinque anni cambiando tre case e dove Gerry avrà modo di coltivare al meglio la sua passione per gli animali di qualunque specie



Simpatico romanzo autobiografico dove il naturalista Gerald Durrell ci racconta parte dei cinque anni trascorsi sull'isola di Corfù assieme alla madre e ai fratelli maggiori. Come la maggior parte dei libri in cui si parla in maniera particolareggiata di animali anche questo non mi ha coinvolto più di tanto, anche se è sicuramente interessante leggere le varie spiegazioni sulle abitudini e sulla vita di piccoli insetti  e altre specie. Però mi spiace, a me poi non è che rimanga molto.
Ho apprezzato invece la parte dove descrive i familiari e la vita con loro, in maniera divertente e ironica che ha contribuito molto a rendere questo libro gradevole. 
Di certo la famiglia Durrell, era una famiglia atipica e si poteva pure permettere molte cose "improbabili" pure per persone benestanti ( cambiano tre ville in cinque anni, con relativi mobili, in alcuni casi assumono personale, cambiano vari tutori per Gerry), ma tutto ciò non può esimerci dal notare l'occhio affettuoso con cui vengono accomunati a "altri animali" dal piccolo di casa. Le loro avventure strappano ben più di un sorriso e sono molto godibili.
Tutto ciò lo pone a un livello abbastanza superiore rispetto al noioso "L'anello di Re Salomone".

Nessun commento:

Posta un commento