venerdì 22 settembre 2017

L'amica del cuore, di Maeve Binchy



Titolo originale: Light a Penny Candle

Anno di pubblicazione: 1996


Ambientazione: Inghilterra/ Irlanda, dal 1940 al 1965


Inghilterra, 1940: per proteggere la figlia Elizabeth dai bombardamenti sempre più pressanti su Londra, Violet White decide di mandarla in Irlanda dalla sua amica d'infanzia Eileen O'Connor.
Eileen è sposata con cinque figli, tra cui Aisling, coetanea di Elizabeth: tra le due bambine nasce una forte amicizia che durerà tutta la vita....




Libro che ho letto la prima volta a vent'anni (mi era stato regalato per il compleanno), e ho riscoperto di recente...anzi, ricordandomi che non ho mai più letto altro di questa autrice, penso che forse dovrei davvero decidermi a farlo visto che a distanza di anni ho ugualmente apprezzato il libro (cosa non sempre scontata).
E' una bella storia di amicizia femminile con due protagoniste forti, ma che più diverse non potrebbero essere: L'esuberante Aisling e la timida Elizabeth.
Siamo in piena seconda guerra mondiale, e le città inglesi sono provate dai numerosi bombardamenti, a tal punto che il governo inglese decreta che i bambini e ragazzi vengano allontanati e portati in campagna, dove la situazione era più tranquilla. Violet, moglie infelice e madre di Elizabeth, decide invece di scrivere all'amica di infanzia Eileen per chiederle di ospitare in Irlanda la bambina; nonostante non si sentano da molti anni, Eileen accetta con entusiasmo, ed ecco la timida Elizabeth di soli dieci anni arrivare dopo un lungo viaggio nel paesino di  
Quello che nasce come un viaggio drammatico si rivelerà presto il periodo più bello della vita della bambina: lontana dai drammi della guerra, in una famiglia numerosa, chiassosa, vivace (totalmente diversa dalla sua) Elizabeth vivrà felice e piena di affetto come mai era sta finora, nella sua famiglia fredda e piena di non detti; in particolare troverà nella coetanea Aisling la migliore amica che tale rimarrà anche dopo il ritorno in Inghilterra.
Per anni si sentiranno quais esclusivamente tramite lettera, ma il loro legame rimarrà solidoe permetterà loro di affrontare i momenti duri che la vita riserverà: per Elizabeth, il divorzio dei genitori e la morte della madre dopo qualche tempo, la vita col freddo padre, un aborto in giovanissima età; per Aisling, il matrimonio infelice con un uomo pieno di problemi, ubriaco e violento. Le vicende delle due amiche scorrono parallele, e lo stile epistolare viene alternato a quello normale e descrittivo senza fastidi di sorta (almeno, per me è stato così).
Vari personaggi si alternano nel corso degli anni attorno alle due amiche: i familiari, amici, amori, tutti credibili e ben tratteggiati.
E' una storia molto bella, che consiglio vivamente a chi ama questo tipo di trame.

Nessun commento:

Posta un commento