sabato 12 novembre 2016

Incontri con gli autori:Luca Perasi- Renzo Stefanel e Franco Zanetti

Domenica  6  novembre alla libreria Tarantola di Brescia sono stati presentati due libri sui Beatles: "I Beatles dopo i Beatles" di Luca Perasi e "Il Natale dei Beatles" di Renzo Stefanel e Franco Zanetti.
Dove c'è qualcosa che riguarda i Beatles solitamente ci sono pure io....quindi...


Il primo volume presentato, "I Beatles dopo i Beatles", racconta la storia delle carriere soliste di John, Paul, George e Ringo dopo il 1970, anno dello scioglimento della band, arrivando fino al 1980 (anno della morte di Lennon). L'autore ha spiegato di essersi concentrato più sulle carriere dei primi due perchè comunque anche da solisti furono quelle più corpose e variegate di John e Paul, senza trascurare comunque George e ringo che ebbero picchi di ascolti e originalità notevoli: nel libro si cncentra principalmente sul fattore musica - anche tecnicamente- ma nin mancano alcuni annedoti e pettegolezzi, non fini a sè stessi ma per spiegare i vari pezzi musicali o album.
Il secondo volume- da me acquistato- si intitola "Il Natale dei Beatles", ed è una raccolta divisa in nove capitoli, con nove racconti di Natali passati dai nostri: da bambini, quando erano ancora i Querryman, da giovanissimi esordienti e infine da celebrità mondiali.Alla fine, un appendice di canzoni natalizie eseguite dai quattro o dedicate a loro (la più celebre ovviamente, "Happy Christmas" di Lennon), e la descrizione dei "Christmas album", album natalizi oggi rarissimi (e quindi valgono una fortuna) che venivano registrati e inviati ogni anno come regalo agli iscritti dell'originale "Beatles fan club" gestito da Frida Kelly, la segretaria del gruppo.
Entrambi gli autori hanno raccontato annedoti e piccole peripezie dello scrivere i loro libri, anche se alla fine hanno dato l'impressione di essere rimasti molto soddisfatti delle loro opere.
 A coordinare il tutto c'era Rolando Giambelli, presidente dei "Beatlesiani D'Italia Associati". il fan club ufficiale italiano dei Beatles, residente a Brescia.
A incorniciare la presentazione, canzoni dei Beatles suonate molto bene da un duo il cui cantante probabilmente era il figlio di Beppe Severgnini, vista la somiglianza con il celebre gionralista (ma questo aveva i capelli neri).

Nessun commento:

Posta un commento