giovedì 28 gennaio 2016

Uno splendido sbaglio, di Jamie McGuire



Titolo originale: Beautiful Oblivion

Anno di pubblicazione: 2014


Ambientazione: USA, 2014


Collegamenti con altri romanzi: è lo spin off della serie "Disaster" (o "The Maddox Brothers" non ho capito bene),composta da:

  1. Uno splendido disastro (Beautiful #1) - 2013 Italia
  2. Mrs. Maddox (Beautiful #1.5) - Attualmente inedito in Italia
  3. Il mio disastro sei tu (Beautiful #2) - 2013 Italia
  4. Un disastro è per sempre (Beautiful #2.5) - 2014 Italia
  5. Uno splendido sbaglio (The Maddox Brothers #1) - 2014 Italia
  6. Un indimenticabile disastro (The Maddox Brothers #2) - Novembre 2015 Italia
  7. Beautiful Sacrifice (The Maddox Brothers #3) - Attualmente inedito in Italia

Camille lavora come barista, vive assieme all'amica Regan ed fidanzata con T.J, che però vive in California, e fa un lavoro talmente misterioso per cui Camille viene puntualmente dopo di esso (e senza nemmeno sapere il perchè).
Chiaro che in una situazione di questo tipo Camille non tardi a lasciarsi affascinare dall'insistente corte di Trenton Maddox, che comincia come un'amicizia ma che diventa qualcosa di più.....


Quando arrivi a 36 anni e leggi di tutto da una vita, pensi di esserti ormai fatta una discreta idea della categoria "stronzate letterarie". Ed invece- come spesso accade nella vita- arriva un libro che supera gran parte delle tue conoscenze in merito.....
Non ricordo infatti di avere letto molto spesso un'ammucchiata di stroxxxte come in questo romanzo.
Va bene: il target a cui si rivolge è quello degli adolescenti americani, certe realtà esistono e non si può negarlo...ma insomma, quando è troppo è troppo!
Non si salva proprio nulla qui: i maschi sono tutti palestrati tatuati  con pochissimo cervello e totalmente incapaci di tenere a freno gli ormoni sia con le donne che fra loro (infatti pare che uno dei passatempi preferiti dei giovani maschi della città siano le lotte fra di loro, su cui lucrano anche), le donne tutte sgamate, con tette e culo bene in vista; abitudini comuni a uomini e donne, un tasso alcolemico di livelli industriali e il parlare volgare per far vedere di essere forti e indipendenti (ora, non sono Santa Rita, ma francamente non ne potevo più di leggere a ogni pagina una notevole quantità di "caxxo", "mexxda", "succhiati un uxxxxxo", " x o y si è sbattuto una tipa" e altre piacevolezze del genere.....non proprio Oxoford, visto che molti sono studenti universitari poi!).
Spessore psicologico dei personaggi vicino allo zero, intreccio idem visto che praticamente non accade nulla,a parte che  Camille è fidanzata con T.J che però sta in California  e fa un lavoro talmetne misterioso che lo costringe a trattare la sua ragazza (che dice di amare più della sua vita)peggio di un soprammobile (manda un messaggio o una telefonata la mese, le comunica che non potranno passare il week end insieme quando lei è gia in aereoporto) pretendendo inoltre che lei accetti tutto senza fare domande visto che il suo lavoro è troppo segreto. Camille si stufa e comincia a preferirgli il tatuato Trent, che perlomeno è lì vicino. dopo aver capito di non amarlo più Camille lascia T.j e si mette con Trent. Fine. 
Unica cosa simpatica, l'abitudine dell'autrice di chiamare dei fratelli tutti con la stessa iniziale: Camille e fratelli tutti con la C, Trent e fratelli tutti con la T. E unico personaggio piacevole, la piccola Olive (evidentemente più matura di tutti gli adulti della città).
Un po' poco però per interessarsi a un libro.
Finale fastidioso, ma leggo in rete che- dato che il libro è lo spin off di una trilogia e dato che a quanto pare ne seguiranno degli altri- bisognerebbe leggersi tutta la serie per capire i vari collegamenti e tasselli dell'autrice.
Non ci penso per nulla!



P.S: l'amica di Camille si chiama Reagan: come l'ex presidente o come la bambina dell'Esorcista?!

P.S 2: cambiate correttore di bozze perchè il testo è pieno zeppo di errori di ortografia!!!




Nessun commento:

Posta un commento