domenica 6 dicembre 2015

Il corpo sa tutto, di Banana Yoshimoto



Titolo originale:Karada Wa Zembu Shitte Iru


Anno di pubblicazione: 2000

Ambientazione: Giappone, anni '90/2000


Una serie di tredici racconti attraverso cui si sostiene la teoria secondo cui molte volte i mali del corpo sono causati o comunque influenzati dalla psiche, e viceversa; non proprio una novità quindi....






Per la prima volta mi accosto a un'opera di questa famosa scrittrice giapponese di cui ho tanto sentito parlare; come "prima volta" devo dire piuttosto deludente. Non che non sia d'accordo con la teoria che la Yoshimoto vuole suffragare, perlomeno in parte; ma a mio avviso i racconti finiscono per essere molto evanescenti, come se non riuscissero a imprimersi nella mente del lettore ma "evaporassero", finendo per fare parte di un indistinto minestrone, scritto oltretutto con stile talvolta incerto e poco lineare.
A parte che il racconto "La mummia" l'ho trovato a dir poco inquietante, gli altri non mi sono rimasti particolarmente impressi, tranne "Il signor Tadokoro", racconto che ho interpretato come un esempio del dare importanza alle persone, anche quelle che sembrano più banali e comuni, che alla fine entrano comunque a far parte delle nostra vita come delle "rocce"  che danno sicurezza.
Per il resto non ho proprio nient'altro da dire....







Nessun commento:

Posta un commento