lunedì 8 giugno 2015

L'avventuriero che amava le stelle, di Ornella Albanese


Anno di pubblicazione: 2009

Ambientazione: Firenze, 1872


Collegamenti con altri romanzi: E' il primo della "TRilogia dell'amore inatteso", composta da:

-L'avventuriero che amava le stelle;
- Il profumo dei sogni;
-Aurora d'amore.

Emanuele Mariani è un cinico avventuriero che vive di partite a poker cercando incessantemente il colpo di fortuna che gli cambi la vita.
Il quale arriva la sera in cui il giovane vince metà del patrimonio del duca Salvemini;nonostante non gli siano ben chiare le motivazioni per cui il duca abbia preso una così stravagante decisione, Emanuele decide comunque di far valere il proprio diritto, insediandosi a palazzo e facendo così la conoscenza del resto della famiglia: la duchessa Clara, il figlio Tommaso, il maggiordomo Umberto, ma sopratutto Flavia, nipote del duca, che più di tutti sembra vedere male Emanuele....


Con questo romanzo Ornella Albanese inaugura una trilogia che vede protagonisti alcuni personaggi della Firenze nobile dell'800, i primi due riguardanti i membri della famiglia Salvemini (nessun collegamento con la protagonista de "Il filo di Arianna").
Sarò di parte ma Ornella Albanese non sbaglia un romanzo: è capace di creare personaggi sempre nuovi, interessanti, diversi fra loro, e storie con intrecci semplici ma interessanti e poco scontati. A ciò si aggiunge una cura dei particolari molto forte senza essere pedante, caratteristica principale di questa autrice, cosa che sicuramente aiuta il lettore ad entrare nel vivo sella storia e dei personaggi.
Anche questo romanzo non fa eccezione, e lo si può intuire già dal primo incontro tra i due protagonisti, non certo usuale visto che si svolge su un tetto dove Lei sta osservando le stelle e lui invece sta sgusciando da casa della sua amante....una scena unica nel suo genere, da leggere sulla pagina perchè parlarne non le rende giustizia.
La storia parla di una redenzione principale, quella del Duca Salvemini (di cui solo a metà del romanzo scopriremo il motivo dello strano comportamento), ma anche di altre redenzioni: quella di Emanuele, libertino dall'animo provato e dal cuore romantico che in quella che sembra un'approfittarsi della debolezza altrui cerca solo l'occasione di migliorare la propria vita,quella di Tommaso che sarà costretto a crescere a abbandonare i  comportamenti da bambino viziato che lo contraddistinguono, quella della duchessa Clara, vittima di una storia fin troppo comune per le donne ricche dell'epoca....ed è anche la storia di tante storie d'amore, dei più svariati tipi: l'amore adolescenziale e idealizzato che lascia pian piano il posto all'amore vero, l'amore maturo dopo anni di incomprensioni, l'amore genitoriale, anche l'amore traditore e opportunista e l'amore e l'aspettativa per la vita, incarnato dalla simpatica adolescente Lucilla. Insomma tante sfumature per un'unica bellissima storia,



Nessun commento:

Posta un commento