venerdì 9 gennaio 2015

Quando la fantasia corre...

Non so se capita anche a voi quando leggete un libro…ma credo che, alla maggior parte dei lettori capiti.
Capita, cioè di immaginare i vari personaggi in un certo modo.
Essendo un’appassionata di cinema, per me ormai il binomio lettura- film è diventato la norma.
E quindi, molto spesso, per me è automatico immaginare un certo personaggio col volto di un tale attore o di una tale attrice.
In un blog in cui ho scritto per molto tempo ho proposto due volte le mie "versioni cinematografiche" di due romanzi, e ora intendo riproporre questo giochetto anche su questo blog.
ho cercato di trovare foto il più possibili somiglianti alla mia idea del personaggio in questione, quindi capita che alcuni attori vengano ritratti in foto non recenti o anche vecchie di alcuni anni. A volte c'è una spiegazione per un volto, altre volte no perchè immaginarlo è stato istintivo.

Ma insomma, il bello dell'immaginazione è pure questo no?



Ebbene sì...dopo avervene parlato e straparlato, non poteva mancare il post dedicato ai volti di "Quella vita che ci manca", di Valentina D'Urbano....buona visione!











Anita Caprioli: Anna 



E' una delle mie attrici preferite, ha una bellezza dolce ma da cui traspare anche forza e determinazione, come i personaggi che interpreta. Per me scontato dare il suo volto ad Anna durante la lettura.

Riccardo Scamarcio: Alan 




Il mio gemello vip ha una decina di anni più di Alan, ed effettivamente me lo immaginavo durante la lettura come era qualche ano fa...per il resto mi pare perfetto. A pelle, ovviamente...


Ian Somerholder: Vadim




Quando si parla continuamente di uno che è bellissimo (come viene descritto Vadim nel romanzo) inevitabile pensare a lui (non che Scamarcio sia da meno eh): anche qui, mi pare che l'attore abbia qualche anno più del personaggio, ma dato che a mio avviso è molto bravo potrebbe benissimo interpretare un personaggio particolare come il dolce  Vadim ( che, non dimentichiamolo, è ritardato).


Brando Pacitto: Valentino 




Visto e apprezzato  in "Braccialetti Rossi"...basta che si tenga il look in quella fiction perchè con i boccoletti che, a quanto pare, sono la sua normale pettinatura sta proprio male!


Francesca Romana  Coluzzi: Letizia 


Qui a dire la verità le candidate sono due. Leggendo il libro il volto di Letizia che mi è saltato subito alla mente (sia da giovane che da cinquantenne) è quello di Francesca Romana Coluzzi, attrice che però è morta nel 2009. Per me Letizia Smeraldo è lei.




Ho quindi provato a immaginare quale attrice potrebbe essere adatta nel caso davvero si girasse un film tratto da questo romanzo: la più papabile mi è sembrata Giuliana De Sio, vista in un ruolo fisicamente simile (anche se, attenzione, caratterialmente diverso!!!) quando interpretava la mitica Tripolina in "L'onore e il rispetto parte III".





C'è da dire che la vera Tripolina con un figlio come Alan ci sarebbe andata a nozze...ma vabbè non divaghiamo.





Per quanto riguarda Delia, mi è successa una cosa strana: non sono riuscita a immaginarmela molto chiaramente, non ho trovato nessun volto di attrice che potesse corrispondergli...l'unico volto che ho trovato con cui riesco a immaginarmela non è quello di un'attrice, ma di una scrittrice: per la precisione, della sua autrice Valentina D'Urbano!A pensarci bene è una cosa carina: un personaggio con il volto della sua creatrice....




















2 commenti:

  1. Ciao eccomi finalmente! Non sono potuta passare prima.
    Ho dato un'occhiata ai post della tua rubrica e devo dire che effettivamente non ti poni limiti. Vedo che mischi anche attori stranieri ad attori italiani. Io non credo che metterò mai attori italiani nella mia XD (mai dire mai, è vero) però non guardo quasi mai film nostrani, per cui diciamo che nemmeno conosco tanti attori, e quelli che conosco mi hanno portato a decidere di non vedere film e fiction made in Italy XD
    Detto ciò mi piace moltissimo il titolo che hai dato a questa rubrica e, come già sai, condivido quello che hai scritto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, non mi pongo limiti perchè a volte, come ho scritto, mi viene istintivo immaginare un personaggio con un certo volto. E difatti a volte mi capita pure di immaginare personaggi con attori che non mi piacciono, pensa te! Io al contrario amo molto gli attori italiani e il cinema italiano.....per cui spazio acora di più.Comunque uno lo faccia, sono cose carine e divertenti!

      Elimina