mercoledì 8 ottobre 2014

Librixia 2014- Incontro con l'autore: Andrea Vitali

In questi giorni ha Brescia si sta svolgendo Librixia, un'iniziativa culturale che coinvolge tutte le libreria delle città, che si riuniscono in un grande stand in Piazza Vittoria, vendendo libri a prezzi scontati e orgnizzando incontri con gli autori.
Lunedì è venuto Andrea Vitali, uno dei miei autori preferiti,che presentava il suo ultimo romanzo "Quattro sberle benedette": potevo forse mancare?
No, ovviamente!
E così sono andata all'incontro.
Non sono rimasta delusa, e anzi devo dire che, se anche non avessi conosciuto i libri di Vitali,dopo questa serata mi sarebbe sicuramente venuta voglia di leggerli!
Quasi due ore volate via, tra presentazione del libro e annedoti personali dell'autore che,come sa chi lo ha letto, ambienta le sue storie nel paese natale dove ancora vive e dove, prima di diventare scrittore, ha esercitato la professione di medico di base: Bellano (Co).
L'autore ha raccontato del padre, impiegato comunale grazie al quale non è diventato giornalista (perchè, ha detto, sarebbe stato un pessimo giornalista) ma invece ha puntato sulla medicina; ha raccontato di quando, ragazzino, cercò di conquistare una coetanea scrivendole lettere d'amore, ma lei gli preferì un ragazzo col motorino ( e, scherzosamente, ha detto che ora che è diventato famoso ha il terrore che la ragazza di allora tiri fuori dal cassetto quelle lettere che lui definisce "strappalacrime"); o anche di quella volta che un anziano del suo paese, persona che in tutta la vita aveva messo il naso fuori da Bellano solo per il servizio di leva, gli disse con entusiasmo di aver visto i suoi libri anche in vetrina a Lecco. Ha raccontato ancora che molte storie e personaggi dei suoi romanzi sono ispirate a storie veramente accadute nel paese, seppur trasposte lontane nel tempo per renderle meno riconoscibili.
Ha inoltre confessato (come aveva fatto Vasco Rossi qualche tempo fa) di avere uno speciale legame con la città di Brescia, in quanto il suo primo incontro pubblico in occasione della presentazione del suo primo romanzo, "Il procuratore" avvenne proprio nella libreria Ferrata di Brescia, nel 1990.
Dato che sono molto furba, ho dimenticato non solo di portare un libro per farmelo autografare, ma non mi è nemmeno venuto in mente che nello stand a pochi passi dall'incontro i libri di Vitali venivano venduti a meno di 9,90, e quindi avrei potuto comprarne uno....:(

2 commenti:

  1. Gli incontri con l'autore piacciono tanto anche a me, peccato che in genere io abbia qualche difficoltà (di tempo e di trasporti) a frequentarli.
    Brescia in ogni caso mi sarebbe già di per sé piuttosto fuori tiro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io infatti ho sempre partecipato solo a incntri a Brescia: in precedenza ho visto Diego Della Palma, Benedetta Tobagi, Silvia Giralucci e Daniela Fedi e Lucia Serlenga.Mi piacerebbe ce ne fossero di più....

      Elimina