venerdì 3 ottobre 2014

La locanda incantata, di Margo Maguire


Titolo originale: Not quite a Lady

Anno di pubblicazione:

Ambientazione: 


Samuel Temple è un esploratore reduce da una terribile esperienza: durante una spedizione in Sudan lui e i suoi compagni erano stati sequestrati e tenuti mesi interi in una prigione sotterranea,dove sono stati sottoposti a torture terribili a cui solo Samuel è sopravvissuto. Ora l'unico desiderio di Samuel è trascorrere una vita tranquilla e senza scossoni; decide però di accettare la sfida del fratello  di trovare una spiegazione scientifica per le misteriose apparizioni  di fantasmi che hanno reso famoso un piccolo albergo di provincia, gestito dalla signorina Lily Tearwater.
Sam si reca quindi alla locanda portando con sè tutti gli strumenti del mestiere; da scettico qual'è non ha nessun dubbio che riuscirà a smascherare il trucco usato da Lily per creare fantasmi e attirare finti clienti. Da subito però è attratto dalla giovane donna, che ricambia ma che nasconde un segreto....



Ogni tanto torno al romance, genere che ha fatto parte della mia vita per qualche anno e che ogni tanto riprendo con piacere.Nello specifico questo romanzo mi è piaciuto anche se non mi ha entusiasmato: è una lettura gradevole e simpatica, non originalissima ma nemmeno banale. Gli amanti del sopranaturale non credano di trovarvi chissà cosa, a dispetto del titolo: la trovata dei due fantasmi è carina ma ci viene subito svelato  da cosa deriva, quindi mistero poco (secondo me, sarebbe stato meglio creare un po' di suspense attorno al segreto di Lily, in modo che il lettore potesse arrivare da solo alla conclusione senza che gli fosse subito rivelata).
I due protagonisti sono simpatici e credibili, ognuno a modo suo ha vissuto una vita non semplice: Sam è rimasto talmente traumatizzato dalla terribile esperienza in Sudan che non solo anela a una vita tranquilla e monotona, ma non riesce più a toccare ed essere toccato da chiunque; Lily è un'orfana adottata dalla zia Maude (che le ha lasciato in eredità la locanda) assieme all'amica sordomuta Charlotte per aiutarla nella gestione della locanda,e ha sempre dovuto nascondere i poteri paranormali di cui è dotata perchè insegnatole che sono vergognosi e pericolosi. E' anche una donna passionale che sogna una vita avventurosa, ma che finora vi ha rinunciato perchè consapevole dei propri doveri e responsabilità verso la locanda e verso Charlotte, che sordomuta non potrebbe vivere facilmente fuori dal proprio ambiente.
Lily è quasi rassegnata quando incontra Sam, e grazie anche all'espediente dei fantasmi dopo vari tentennamenti, dubbi, ognuno per le proprie problematiche, riusciranno finalmente ad avvicinarsi. 
Personaggi e storia sono ben delineati e costruiti, anche se forse i cattivi sono un po' macchiettistici; in sostanza comunque un libro che consiglierei agli amanti del genere, magari come "Stacco" tra un libro e l'altro.







Nessun commento:

Posta un commento