giovedì 15 maggio 2014

Chi Ben comincia...

Eccoci all'appuntamento mensile con la rubrica "Chi ben comincia":






"Nell'anno 1990 e rotti, nel fiorente stato di Gladonia, nella ricca città di Banessa, nell'elegante quartiere dei Palazzi Vecchi, nel misero refettorio dei Frati Zopiloti,erano le sedici e trenta, ora di cena.
La grande statua del Cristo col Colbacco sormontava la fila di orfanelli affamati davanti al cisterone di zuppa fumante.
Il volto livido del Signore sembrava annusare con una certa ripulsa il particolare odore che la fraudolenza  gastronomica di Don Biffero e alcuni vegetali ignoti riuscivano a comporre oggi più nauseabonda di ieri. Era un aroma che gli orfanelli, dopo mesi di tentativi e approssimazioni, avevano così felicemente definito: cimitero di cavoli, peti di zoo, fiato di cagnone.
La zuppa era scura e ribollente come un lago invernale, e in superficie schioccavano putizze e fioccavano filamenti rossi che parevano caduti direttamente dalle ferite di Cristo, quale condimento non solo spirituale."

Da LA COMPAGNIA DEI CELESTINI, di Stefano Benni


3 commenti:

  1. Ciao cara! Mi ricordo di aver letto qualcosa di Benni tanti tanti anni fa, ma il titolo non mi sovviene :-/ ricordo però che non mi era dispiaciuto come autore, anzi, e mi ero ripromessa di leggere altre sue opere, cosa che non ho ancora fatto, ma rimedierò!
    Baciii

    RispondiElimina
  2. Ciaoooo cara Tiziana, la tua visita mi ha fatto tanto piacere.
    Dello scrittore Benni non ho mai letto niente. Per essere sincera, queste poche righe con certi intingoli, mi fanno venire un po' di nausea. Poveri orfanelli!!!.Non volermene. Ti mando un abbraccione con un sorriso. Bruna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effwtti non comincia molto bene, ricorda un po' Oliver Twist...però poi ricordo che il romanzo mi era piaciuto.

      Elimina