domenica 20 aprile 2014

Gabriel Garcia Marquez

E' morto a Città del Messico all'età di 86 anni lo scrittore colombiano Gabriel Garcia Marquez, uno dei più famosi scrittori del mondo, vincitore nel 1982 del Premio Nobel per la letteratura.
Lo scrittore era nato ad Ataracataca nel 1927, primogenito di una famiglia con ben 16 figli; crebbe affidato ai nonni; nel 1947 si iscrisse alla facoltà di giurisprudenza dell'Università Di bogotà, ma abbandonò il corso di studi per scarso interesse.
Dopo aver abbandonato l'univesrità iniziò la sua carriera come giornalista, lavorando per vari giornali fino al 1954, quando si trasferisce per alcuni meis a Roma (dove segue dei corsi di regia presso il Centro Sperimentale di Cinematografia) e in seguito a Parigi e Londra.
Nel 1958 torna in Venezuela e, nel corso degli anni successivi, dopo il matrimonio con la moglie Mercedes, continua la sua attività come reporter viaggiando molto in giro per il mondo; nel frattempo aveva già pubblicato un romanzo  nel 195, "Foglie morte" che segna il suo esordio letterario.
Nel 1967 pubblica quello che rimarrà il suo capolavoro, "Cent'anni di solitudine",best seller mondiale, a cui seguiranno nel corso degli anni "L'amore ai tempi del colera" (1985 ), "CRonaca di una morte annunciata" (1981), "Dell'amore e di altri demoni" (1994) e molti altri, fino all'ultimo "memoria delle mie puttane tristi" (2004),
Fu un autore molto impegnato in politica, schierato contro la dittatura di Pinochet...ma per questo tipo di notizie vi rimando a Wikipedia perchè è stata una vita davvero molto intensa e impegnata, ricca di avvenimenti.
Confesso che non ho mai letto nulla di quest'autore...che sia la volta buona per farlo?





Nessun commento:

Posta un commento