sabato 22 marzo 2014

Novità in libreria

ESCE IN LIBRERIA  INSEGUENDO UN’OMBRA, di Andrea Camilleri, EDIZIONE SELLERIO.

  "Non è, questo, un romanzo d'ambiente; di costume. Non è un romanzo storico. È una potente azione narrativa. Se nel gioco degli scacchi l'obiettivo finale è catturare il re, le modalità operative e di ricerca di questa opzione strategica forzano il silenzio e le tenebre della storia, per affrontare il mistero di un'"ombra", penetrare nelle tante maschere di un volto che si può pensare ma non conoscere, catturare la personalità artificiosa di un protagonista di eventi reali che con infame talento si evolve su se stesso e sotto più nomi si tramuta; e restituire, infine, alle necessità del racconto, il lato oscuro, la metà notturna e fosforica della civiltà dell'Umanesimo raggiante di cultura. Qui Camilleri gioca a scacchi con l'imponderabile. Le strade del suo personaggio si moltiplicano, si confondono, si scambiano l'una con l'altra. Partono dalla giudecca di Caltabellotta, in Sicilia, e lungo il Quattrocento si inoltrano nei labirinti delle capitali, delle corti piccole e grandi, degli studioli umanistici, delle Accademie e delle Università; nella geografia politica della penisola italica e delle remote contrade di là delle Alpi. Il lettore fa il possibile per recuperare il fiato. Una pagina tira l'altra, vorticosamente. Tra vari avvisi di pericolosità e d'orrore, il protagonista del romanzo sprigiona intelligenza perversa, crudeltà e spietatezza. È un ebreo convertito, poliglotta: esperto soprattutto in lingue orientali...

ESCE IN LIBRERIA PREMIATA DITTA SORELLE FICCADENTI, di andrea Vitali, EDIZIONE RIZZOLI.



Bellano 1915. In una sera di fine novembre una fedele parrocchiana, la Stampina, si presenta in canonica: ha urgente bisogno di parlare con il prevosto, che in paese risolve anche le questioni di cuore. Suo figlio Geremia, docile ragazzone che in trentadue anni non ha mai dato un problema, sembra aver perso la testa. Ha conosciuto una donna, dice, e se non potrà sposarla si butterà nel lago. L'oggetto del suo desiderio è Giovenca Ficcadenti, di cui niente si sa eccetto che è bellissima - troppo bella per uno come lui - e che insieme alla sorella Zemia sta per inaugurare una merceria. Il che basta, nella piccola comunità, a suscitare un putiferio di chiacchiere e sospetti. Perché la loro ditta può dirsi "premiata"? Da chi? E quali traffici nascondono i viaggi che la Giovenca compie ogni giovedì? Soprattutto, come si può impedire al Geremia di finire vittima di qualche inganno? Indagare sulle sorelle sarà compito del prevosto, per restituire alla Stampina un figlio "normale". Facile dirlo. Non così facile muoversi con discrezione laddove sembrano esserci mille occhi e antenne... Cos'è un paese se non un caleidoscopio di storie, un'orchestra di uomini e donne che raccontando la vita la reinventano senza sosta, arricchendola di nuovi particolari? Con micidiale ironia, Vitali dà voce a questo coro - una sinfonia di furbizie e segreti, invidie e pettegolezzi - che mostra una faccia sempre diversa della verità, e un attimo dopo la nasconde ad arte... Contiene l'episodio speciale "Eziologia di un'artrite tattica".



ESCE IN LIBRERIA L’EDUCAZIONE (IM)POSSIBILE.ORIENTARSI IN UNA SOCIETA’ SENZA PADRI, di Vittorino Andreoli, EDIZIONE RIZZOLI.



Maleducati. Trasgressivi. Immaturi. Le ricette salva figli sono ormai diventate argomento quotidiano di discussione e confronto fra genitori in crisi e insegnanti rinunciatari. C'è chi grida alla sconfitta dell'antiautoritarismo. Chi invoca un ritorno alla disciplina tra le mura domestiche. Chi accusa la scuola di aver abbandonato il suo ruolo pedagogico. Per Vittorino Andreoli, da sempre attento osservatore del disagio psicologico degli adolescenti e dei loro compagni più adulti, invece il fallimento educativo è un malessere profondo che riguarda tutti, genitori e no, e che può essere risolto solo con uno sforzo comune. Il primo sintomo va ricercato senz'altro nella morte della famiglia tradizionale. I bambini avrebbero bisogno di un'unica figura che si occupi di loro: la madre. L'aumento delle figure di riferimento - necessario, per molte ragioni, nella nostra società crea un disaccordo educativo, ed è la vera causa della loro inquietudine e disobbedienza. Cosa dovrebbero fare, allora, i genitori per far crescere meglio i loro figli? Dovrebbero ritrovare un punto d'unione con tutte le figure che li affiancano: i nonni, le babysitter, le insegnanti dei nidi e delle scuole per l'infanzia... Educare vuol dire trasformare un figlio in un uomo o una donna capaci a loro volta di diventare padri e madri. E per farlo dobbiamo tenere conto dei sentimenti che sono parte indispensabile di ogni processo di crescita.


ESCE IN LIBRERIA A QUALCUNO PIACE DOLCE, di Laura Schiavini, EDIZIONE NEWTON & COMPTON.


Giornalista trentenne e single, Amy lavora per "Manhattan Rumors", mensile di bellezza, moda, ma soprattutto gossip, sul quale è spesso costretta a scrivere improbabili e bizzarri articoli che il suo capo, Colette, donna svampita e originale, le commissiona. Quando le viene affidato l'incarico di scrivere un pezzo sui sex toy, i giocattoli sessuali in voga tra le celebrità, Amy precipita nel panico. Non è certo una bacchettona, ma nutre una certa diffidenza per quegli arnesi, senza contare che non ha davvero gli agganci giusti per contattare i personaggi famosi da intervistare. A salvarla arriva Robin, l'uomo più sexy che Amy abbia mai incontrato e che, oltre a farle scoprire il sesso dolce, offrendole momenti ad alto tasso erotico e glicemico, le fornirà lo spunto per una nuova rubrica destinata a riscuotere un grande successo. 









ESCE IN LIBRERIA LA BAMBINA SEGRETA, di Anne Berry , EDIZIONE NEWTON & COMPTON.
Galles, anni Quaranta. La giovanissima Bethan si innamora, ricambiata, di un prigioniero di guerra tedesco e rimane incinta. Colpevole di essersi concessa al nemico, macchiata dal disonore, Bethan viene segregata in casa e costretta dalla famiglia a dare in adozione la sua bambina, Lucilla. Anni Sessanta, l'epoca della contestazione. Lucilla è cresciuta, si sente libera e indipendente. Non sopporta la severità e i pregiudizi razziali dei suoi genitori, e ha un pessimo rapporto con la madre Harriet, che è sempre fredda e distante, e sembra non averla mai amata davvero. E un giorno, a 14 anni, scopre la verità: quella non è la sua vera famiglia... Anni Novanta: dopo la morte di Harriet, Lucilla decide di mettersi alla ricerca della sua madre naturale. È la figlia Gina a insistere perché ritrovi le sue radici e faccia luce sul passato. Ma troppo tempo è trascorso, e troppe lacrime sono state versate..




ESCE IN LIBRERIA LE PICCOLE BUGIE DEL CUORE,di Gemma Townley, EDIZIONE GIUNTI.


In fondo cos'è una piccola bugia innocente? Se può aprirti qualche porta senza recare danno a nessuno, è solo un peccato veniale... È questo che pensa Natalie, trentenne di provincia appena sbarcata a Londra. Ma la vita nella grande metropoli non è così sfavillante, soprattutto quando fai la commessa e vivi sola. Come se non bastasse, il telefono continua a squillare e la cassetta delle lettere è colma di buste colorate e invitanti: peccato che non siano destinate a lei ma a Cressida, la precedente inquilina, che a quanto pare aveva una vita sociale molto glamour. La tentazione si fa irresistibile quando Natalie nota su una busta l'indirizzo di uno dei club più esclusivi di Londra. Di lì ad aprirla e a presentarsi a una festa nei panni di Cressida il passo è molto breve... In fondo cos'è una piccola bugia innocente?

2 commenti:

  1. Camilleri scrive TROPPO! Si fa fatica a stargli dietro...
    Però i suoi romanzi sono irrinunciabili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione,non si fa in tempo a segnarne uno nuovo da leggere che esce subito un'altro!

      Elimina