giovedì 9 gennaio 2014

La tartaruga, di Bruno Lauzi



Anno di pubblicazione: 2007


"Tutti pensano che tartaruga e lumaca siano sempre stati sinonimo di lentezza. E invece tanto tempo fa le tartarughe andavano velocissime: veloci al punto che potevano correre a testa in giù e sfrecciare come siluri per la campagna. Finché un incidente non consigliò a una bella tartaruga di andare piano e di lasciar correre gli uomini. Fu così che, mentre gli uomini continuavano ad affannarsi senza fermarsi mai, loro scoprirono la felicità: il piacere di un bel bagno, un bosco di carote, un mare di gelato e un lago di frittata che prima per la fretta non avevano mai notato...."

Ancora oggi una delle canzoni più amate dai bambini, questa della tartaruga scritta e cantata nel 1974 da Bruno Lauzi, e uno dei primi libri pubblicati nella collana Gallucci dedicata alle canzoni italiane.
In questo particolare caso la simpatica  storia di come la tartaruga diventò lenta può essere letta ai bambini anche solo come storia, estraniandola dalla canzone.
Come sempre ottime illustrazioni di Altan, sopratutto nella parte dove compaiono "un bsco di carote, un mare di gelato", "un prato d'insalata, un lago di frittata, spaghetti alla chitarra per passare la serata", ciliegina sulla torta "un  biondo tartarugo corazzato che ha sposato un mese fa". :)

1 commento: