lunedì 27 maggio 2013

La gita a Tindari, di Andrea Camilleri


Prima pubblicazione anno: 2000

In un condominio avvengono in poco tempo due fatti strani:due pensionati scostanti e sempre rinchiusi in casa,scompaiono dopo un’improvvisa e per chi li conosce alquanto insolita gita a Tindari,e viene trovato morto un giovane nullafacente ma pieno di soldi.Per il commissario Montalbano Inizialmente i casi sono scollegati tra loro, tant’è vero che pare che gli scomparsi e il morto non si conoscessero nemmeno.Ma come sempre nei romanzi che lo vedono protagonista le cose non sono mai come sembrano, e il commissario dovrà usare anche i più piccoli e banali indizi per risalire a una verità che nessuno avrebbe mai sospettato.


E’ stato il mio “primo Camilleri”,il romanzo che mi ha fatto scoprire questo straordinario scrittore e il suo più famoso personaggio,il commissario Montalbano con tutto il piccolo microcosmo della sua Vigata; e da subito Camilleri con le sue avvincenti storie scritte con un mix di siciliano e italiano,le sue descrizioni,le azzeccatissime caratterizzazioni di ogni personaggio ha conquistato il mio animo di lettrice ,diventando uno dei miei autori preferiti(ho letto quasi tutti i suoi libri,e solo uno non mi è piaciuto).Il giallo è il perno della storia ovviamente,e la soluzione è sorprendente e per nulla scontata;ad esso si alternano le vicende personali del commissario,le sua relazione con l’eterna fidanzata Livia,l’amicizia con il vice Mimì Augello, la vita e le relazioni all’interno del commissariato e anche fuori, il tutto sullo sfondo di una Sicilia bellissima, dura e dolce allo stesso tempo, e sicuramente molto amata.
Da leggere,come tutti i romanzi di questo fantastico autore,uno dei pochi Grandi della letteratura italiana di oggi.

3 commenti:

  1. Questa puntata l'hanno trasmessa la settimana scorsa, ha sempre successo il nostro commissario preferito, anche se si tratta della replica della replica della replica ecc. ecc.
    Lo adoro!!

    RispondiElimina
  2. Infatti è una delle primissime puntate della serie....

    RispondiElimina
  3. Bellissima storia, ma molto triste.

    RispondiElimina