martedì 9 aprile 2013

Ballando con Clara, di Mary Balogh


Titolo originale: Dancing with Clara

Ambientazione: Inghilterra, primi ‘800.

 Collegamenti con altri romanzi:Il romanzo fa parte di una trilogia, che comprende:
1- Il conte di Beaconswood;
2- Ballando con Clara ;
3- Il vento del passato.


Frederick Sullivan, libertino e scavezzacollo, è pieno di debiti e i creditori stanno per dargli la caccia:la soluzione più ovvia e veloce al problema è trovare una moglie ricca. Così sposa Clara, una giovane donna ricchissima ma purtroppo non del tutto di suo gradimento:la poveretta infatti non è bella e per di più una grave malattia contratta da bambina, quando viveva in India col padre, la costringe tutt’ora sulla sedia a rotelle.
Nonostante tutto il matrimonio si rivela una piacevole sorpresa per Freddie:impara a conoscere la moglie ( donna intelligentissima che ha subito capito il carattere del marito e non si fa illusioni sul suo conto ) e le si affeziona moltissimo,ma quando capisce che lei sa che le profferte d’amore con cui vorrebbe conquistarla sono false e sa il vero motivo del loro matrimonio fugge amareggiato a Londra,dove riprende la sua vita sregolata, tra bordelli e case da gioco.Quello che non si aspetta è che la vita che prima gli piaceva tanto ora lo disgusta, e sente sempre più la mancanza di Clara;la quale frattanto rimasta in campagna scopre di avere la possibilità di riprendere l’uso delle gambe e decide di provare a dare una svolta alla sua vita…


Mary Balogh:per me( e penso anche per tutte le sue fans) un nome, una garanzia.Garanzia di storie delicate, ambientazioni, personaggi e sentimenti veri..molto più che in altri romanzi;eppure sa sempre stupire,inserendo elementi insoliti.
In questo caso i nostri protagonisti,Freddie e Clara:in quale romanzo d’amore si sceglie come protagonista un libertino impenitente che si sposa per soldi pensando di sfruttare la moglie per pagare i debiti?In molti, diranno alcuni:è vero, ma in pochissimi il gentiluomo in questione protrae questi non proprio trascurabili difetti per tutto il romanzo, nonostante il lettore intuisca dietro questo suo comportamento un pentimento sincero e una sincera voglia di cambiare.E il bello è che riusciamo ad affezionarci a lui nonostante tutto, perché in Freddie c’è molto di più di quello che tutti, lui per primo,credono.
Freddie infatti, come detto, sposa Clara per soldi:non abbellisce le sue intenzioni con falsi sentimenti e nemmeno con una falsa attrazione anzi considera Clara brutta e vorrebbe poterla sostituire con la sua amica dama di compagnia Harriet, molto più bella di lei.Ma non ha altra scelta e inoltre le sue intenzioni non sono del tutto cattive:intende rispettare Clara e darle affetto e compagnia, quindi con ciò si autoassolve per le intenzioni che lo guidano al matrimonio e per le bugie che le racconta corteggiandola.Ma durante la luna di miele avviene il cambiamento:scopre che Clara è intelligente, spiritosa, piacevole( anche a letto),che il padre l’ha costretta a una vita da reclusa nel tentativo di proteggerla e quindi la porta in carrozza, a fare passeggiate nel parco, stanno fuori all’aria aperta a chiacchierare e divertirsi…insomma uan vita ben diversa da quella condotta finora, e soprattutto GLI PIACE.Per questo, quando ferito nei suoi migliori propositi torna a Londra a darsi ai bagordi, non ne trae più di tanto soddisfazione: gli manca Clara, ma la scoperta di questo nuovo sentimento a lui sconosciuto lo spaventa così tanto che cerca di ignorarlo fino alla fine del romanzo, anche se lo manifesta in ogni suo modo di fare e a scapito della cattiva opinione che tutti hanno di lui, soprattutto i parenti.In realtà Freddie è un uomo solo, e spaventato da questa sua condizione
Ma il vero punto di forza del romanzo è senz’altro Clara, eroina veramente non comune nei romance:non bella,malaticcia, l’unica cosa che può attrarre verso di lei un uomo sono i suoi soldi;e lei lo sa.Quando accetta Freddie come marito non si illude che le sue marinerie amorose siano vere, lo sa benissimo che tipo è:ma lo accetta comunque, perché nella sua vita ha avuto solo brutture e sofferenze, e ora ha voglia di circondarsi di bellezza e allegria, tutte cose personificate dal neo marito;e oltre a ciò mi è piaciuto il fatto che Clara ammetta senza falsi moralismi e pudori i suoi naturali bisogni di donna, altro fattore che la spinge a contrarre matrimonio.Entrambi quindi non sono quello che sembrano in superficie, dietro la loro maschera si nascondono rispettivamente una donna forte e molto bella e un uomo affettuoso e sensibile:è soprattutto grazie a lui che Clara guarisce,fa molto di più lui che tutti quelli che lo sminuiscono senza però dare una anno concretamente.
Questo è quindi un romanzo intenso ed emozionante, con due protagonisti che maturano nell'amore reciproco pur senza cambiare sè stessi.
Nei personaggi secondari di Lord Archibald ( amico di Freddie)e Harriet( dama di compagnia e amica di Clara)viene introdotta la storia che fa da apripista al terzo libro della serie.

Nessun commento:

Posta un commento