giovedì 3 gennaio 2013

Il duca di ghiaccio, di Mary Balogh


Titolo originale: Slightly Dangeorus

Anno di pubblicazione: 2004

Ambientazione:Inghilterra, inizio '800

Collegamento con altri romanzi: è il sesto e ultimo romanzo della serie Bedwyn






Tutta Londra è in subbuglio per l'arrivo imminente di Wulfric Bedwyn, il solitario e glaciale duca di Bewcastle, al ricevimento che sarà l'avvenimento più sensazionale della stagione mondana.
C'è chi mormora che abbia avuto una storia d'amore conclusasi tragicamente, mentre altri dicono che nemmeno la bellezza più affascinante sarebbe capace di catturare la sua attenzione... Ma in questo sfavillante pomeriggio, una donna è riuscita ad attrarre lo sguardo del duca - ed era l'unica presente in sala che non ci stava nemmeno provando. Christine Derrick è affascinata dal bel duca... e lo è ancora di più quando lui le chiede di diventare la sua amante. Ma Christine è una donna con opinioni molto precise sugli uomini, la morale ed il matrimonio e riesce a sconcertare Wulfric anche in questa occasione. E così, anche se il lupo solitario del clan Bedwyn giura di sedurla con qualsiasi mezzo, ecco che succede qualcosa di strano e meraviglioso... perché proprio l'uomo che pensava di non innamorarsi mai, si rende ora conto che non potrà accontentarsi di niente di meno dell'amore.


E finalmente la saga della Balogh arriva alla conclusione con il romanzo dedicato al più misterioso di tutti i Bedwyn:Wulfric , duca di Bewcastle, il maggiore dei fratelli e quindi capofamiglia. Personaggio che abbiamo imparato a conoscere attraverso i vari libri precedenti dedicati ai suoi fratelli, dapprima unicamente come “uomo di ghiaccio”altezzoso, arrogante e apparentemente senza sentimenti, per poi scoprire pian piano in ogni libro un pezzettino della sua storia e del suo carattere;all’inizio di questo romanzo, sappiamo quindi che anni prima era stato vittima di un crudele inganno da parte della donna con cui avrebbe dovuto fidanzarsi, che lo aveva fatto molto soffrire; inoltre sappiamo anche che , dopo che i fratelli e sorelle hanno trovato tutti la loro anima gemella e la loro strada, lui è rimasto solo nella grande Lindsey Hall, la residenza di famiglia.
Non stupisce il fatto che la storia parta proprio da lì,dalla scena in cui la Balogh ce lo descrive tutto solo nella sua biblioteca, nella grande casa vuota, dopo aver ripensato ai fratelli e sorelle felici con i loro sposi e figli.e’ la solitudine che lo attanaglia che lo spinge ad accettare l’invito a Londra per un ricevimento, dove avviene l’incontro con la formidabile Christine, tutto il suo opposto…e già si prevedono risate e scintille tra i due fin dal loro primissimo incontro, quando lei maldestramente gli versa la limonata in un occhio e lui non batte ciglio!
Come dicevo, Christine Derrick è tutto l’opposto di Wulfric:esuberante, piena di vita e generosa, ama stare con gli altri in tutte le occasioni, cimentandosi anche in attività non proprio da signora, come scalare vecchie rovine durante una gita o arrampicarsi su un albero per riprendere l’aquilone di alcuni bambini impigliatosi accidentalmente tra i rami…salvo poi trovarsi spesso in qualche pasticcio da cui, casualmente, la salva sempre l’uomo a lei più antipatico, il duca di Bewcastle, il quale come si sa ci teine molto al rispetto delle regole e dell’etichetta e inzialmente rimane senza parole di fronte a quella signora che le infrange tutte in maniera così scandalosa!La stessa signora che , in un’altra scena memorabile, indurante un ballo credendo di non essere vista gli rifà il verso col monocolo…inaudito!
E così, su una trama che ricorda molto ORGOGLIO E PREGIUDIZIO, assistiamo al progressivo mutamento dei rapporti fra i due…lui piano piano scioglierà del tutto la sua corazza di ghiaccio per mostrarsi solo come un uomo qualunque, che ha accettato, seppure in modo sofferto, tutte le responsabilità ricadute sulle sue spalle ( come dice lui” non sono meno uomo solo perché ho fatto del dovere la mia priorità”), e lei abbandonerà i pregiudizi negativi che aveva su di lui man mano che lo conoscerà.
E stavolta saranno i Bedwyn, riuniti al gran completo, che correranno in aiuto di Wulf…fino al gran finale!Insomma, un romanzo strepitoso,da leggere e gustarsi per bene!

Nessun commento:

Posta un commento