domenica 9 dicembre 2012

Una lady scandalosa, di Mary Balogh


Titolo originale: Slightly scandalous

Anno di pubblicazione: 2003

Ambientazione: Inghilterra, 1810

Collegamenti con altri romanzi: è il terzo romanzo della serie Bedwyn

Trama (dal sito Mondadori):

"Sorella di quattro indomiti fratelli, Freyja Bedwyn è cresciuta insolitamente spavalda per una lady. Una donna esuberante che desidera solo avventura e libertà. Durante un soggiorno a Bath, un affascinante sconosciuto irrompe nella sua camera pregandola di nasconderlo. Si tratta di Joshua Moore, marchese di Hallmere, che, intrigato dal suo spirito indipendente, le fa una proposta: fingersi la sua fidanzata per mandare all’aria i progetti matrimoniali organizzati dalla sua famiglia.
Per due persone determinate a non sposarsi e a conservare la propria libertà sembra un piano perfetto, finché non si fanno i conti con la passione…"




Il terzo romanzo della serie SLIGHTLY è la storia di Freyja,la maggiore delle due sorelle Bedwyn.Un personaggio su cui mi pare che la Balogh abbia calcato un po’ troppo la mano:possibile che il famoso destro le scappi così spesso?!Per il resto una figura abbastanza interessante:non bella, ancora nubile a 25 anni ( per l’epoca una zitella senza speranza),con un caratterino piuttosto esplosivo e senza reticenza:una lady davvero scandalosa, che fa prendere più volte un colpo alla sua chaperon e ( anche se lui non lo da certo a vedere)al glaciale fratello Wulfric con i suoi colpi di testa.In questa esuberante donna convivono anche momenti di malinconia a causa di una cocente delusione d’amore ( meglio spiegata nel romanzo A SUMMER TO REMEMBER), che ha lasciato qualche ferita nel suo animo, facendole scoprire una fragilità insospettata.
Tutte cose che affascinano Joshua(compresi i colpi di testa, per esempio l’averlo affrontato davanti a tutti e soprattutto la famosa scena iniziale alla locanda, che fanno intuire al marchese che sotto l’apparente alterigia c’è una donna dai sentimenti passionali almeno quanto i suoi, e con cui scoprirà che vale la pena di rivedere le proprie convinzioni sul matrimonio.
Lui, Joshua, non mi ha colpito molto:a parte l’affetto per le cugine e la generosità verso la loro ex governante, nubile e con un figlio illegittimo, non ho trovato altri tratti che mi facessero affezionare a lui come con altri personaggi…anche se forse questi dovrebbero bastare, in quanto denotano una persona molto generosa ( al limite dell’improbabile).
Anche il mistero in cui è coinvolto è abbastanza prevedibile, ravvivato come sempre dalla partecipazione in massa della famiglia Bedwyn, che come ormai sappiamo di fronte ad avventure e intrighi non si tirano certo indietro!


Nessun commento:

Posta un commento