mercoledì 5 dicembre 2012

Incidente d'amore, di Mary Balogh

Titolo originale: Slightly wicked

Anno di Pubblicazione: 2003

Ambientazione: Inghilterra, 1800

Collegamenti con altri romanzi:

Trama presa dal sito Mondadori:

"Miss Judith Law si sta recando dalla zia per diventare la sua dama di compagnia, quando la carrozza su cui viaggia incorre in un incidente. Soccorsa da un irresistibile sconosciuto, la ragazza si ritrova a condividere con lui la camera di una locanda e una notte di intensa passione, forse l’unica che potranno mai avere. Perché l’ultima cosa che Judith si aspetta è di incontrare di nuovo quell’uomo. E quando succede, è un vero shock per lei scoprire che si tratta di lord Rannulf Bedwyn, lo scapolo più ambito dell’alta società e l’ultimo ricco pretendente della cugina. Judith è decisa a tenersi in disparte, ma Rannulf, ora che l’ha ritrovata, è determinato a farle perdere la testa… e il cuore."



Il secondo romanzo della serie dedicata ai Bedwyn è la storia di Rannulf, una cosiddetta “simpatica canaglia” che nella vita,a differenza dei due fratelli maggiori, persegue l’obiettivo di spassarsela più che può;nonostante all’età di 28 anni,come gli fa notare la nonna che tenta inutilmente d’accasarlo,sarebbe ora che si prendesse qualche responsabilità…ma in fondo il fascino di questo personaggio è proprio l’essere scanzonato e prendere la vita come viene, caratteristiche che durante il racconto abbandonerà un poco ( ma non del tutto) a causa del processo di maturazione verso cui l’avvia l’amore per Judith.
La quale a sua volta è un personaggio molto interessante:giovane,dal fisico formosa e dagli splendidi capelli rossi, è sempre stata costretta dai familiari bacchettoni a nascondere la sua bellezza,e con essa la sua personalità vulcanica e passionale (e anche l’amore per la recitazione, all’epoca considerata disdicevole),sotto abiti informi e orribili cuffiette. I giorni passati alla locanda con Rannulf sono solo il primo passo del suo processo di liberazione da questi condizionamenti;la sua mutazione sarà graduale, ma alla fine dal bozzolo uscirà una splendida farfalla!
INCIDENTE D’AMORE è molto più avventuroso del precedente SPOSA A META’ e, personalmente, anche se la storia del complotto è chiara fin dall’inizio, ho seguito con interesse le varie tappe che portano alla risoluzione del mistero. Probabilmente grazie anche al coinvolgimento di tutti gli altri Bedwyn, che quando appaiono calamitano l’attenzione, e soprattutto del duca Wulfric, il personaggio più misterioso e più interessante della serie,di cui cominciamo a intuire qualcosa sotto la scorza di ghiaccio di cui è virtualmente rivestito.
Concludendo, mi rivolgo a chi l’ha letto per soddisfare una curiosità personale:a me il personaggio di Branwell è sembrato ispirato al fratello delle sorelle Bronte, e non solo nel nome:un giovane di talento ma scapestrato e superficiale, che porta alla rovina economica l’intera famiglia intaccando anche la dote delle sorelle…magari mi sbaglio a la somiglianza non mi è sembrata casuale,voi cosa ne dite?

Nessun commento:

Posta un commento