martedì 27 novembre 2012

Accarezzami, madre- di Diego Della Palma


In questo libro Diego Dalla Palma rievoca la storia del suo rapporto con la madre Agnese, una donna semplice ma con un carattere forte, che ha avuto con il figlio un rapporto tormentato. Di certo basato sull’amore, ma anche su profondi conflitti che l’autore ha faticato molto a sanare…


Diego Dalla Palma è uno dei miei personaggi preferiti;avendolo visto anche dal vivo, mi ha dato l’impressione di essere una persona profonda, sensibile e saggia.
Questo suo libro autobiografico ha confermato questa impressione: uno splendido omaggio a una mamma molto amata ma con cui il figlio ha dovuto, sin dalla più tenera infanzia, confrontarsi e un poco “combattere”, in quanto le loro sensibilità diverse (o forse, troppo simili) non si sono mai capite del tutto.
Attraverso questo libro, che rappresenta anche una sommaria biografia di Della Palma, veniamo a conoscenza di episodi particolari della sua vita,.come il triste e squallido soggiorno in un collegio gestito da preti (dove pare l’autore subì anche delle molestie) o le difficoltà che ebbe quando, ragazzo sempre vissuto in un piccolo paese, se ne andò deciso ad affrontare il mondo per realizzarsi nella vita. La  vera protagonista è comunque sempre la madre, Agnese, una donna bella e decisa, che probabilmente sognava una vita diversa da quella che ha avuto e che per questo, nonostante tanti contrasti e tanta severità, ha saputo in fondo capire il bisogno del figlio e sostenerlo, anche quando magari non condivideva o non capiva.
Una donna, per come viene dipinta, a suo modo speciale  e sicuramente di mentalità più aperta di tanti che si professano tali ma lo sono solo a parole, nonostante sia sempre vissuta in un piccolo paese e fosse di umile estrazione sociale; una persona “vera”, autentica, di quelle che rimangono impresse nella mente. Molti passi di questo libro, ma anche il tono dell’autore nel narrare e nel descrivere, sono sicuramente l’omaggio migliore per una madre; un libro intenso, affettuoso,un omaggio pieno d’amore, come forse in vita non erano riusciti a esprimersi l’un l’altro.
Davvero un libro che vale la pena di leggere.

Nessun commento:

Posta un commento