lunedì 20 agosto 2012

I dolori del giovane Walter, di Luciana Littizetto




E’ vero che in un certo senso i libri della mitica Lucianina sono un po’ tutti uguali, ma lo trovo in fondo abbastanza rassicurante

L’UCCELLO DI FUOCO: sugli estremismi in televisione: gente che mangia scarafaggi, che si butta da un aereo, si fa chiudere in un tubo pieno d’acqua..cosa non si fa per avere il famoso “quarto d’ora di celebrità” in televisione, Vip e non!

SIAM FATTI IN TANTI MODI: sul razzismo di un gruppo di genitori inglesi che voleva far licenziare una conduttrice di un programma per bambini in TV perché senza un braccio. Con la motivazione (falsa: se i bambini si abituano fin da piccoli  a vedere e conoscere le cose finiscono per considerarle assolutamente normali!) che li avrebbe spaventati. Cosa sapranno insegnare questi genitori ai loro figli a livello di valori?

CARMELA E I TRONISTI DI MARIA: sulla strampalata moda di chiamare personaggi famosi ( o pseudo tali) solo col nome proprio, e di pubblicare intere riviste da un euro e mezzo con titoli come “Anche Carmela ha trovato l’amore” o “ Remo si mette con Virginia” o “ Giusy è diventata mamma” ecc….

UN ALTRO DECODER: tutta ‘star ivoluzione digitale dove sta se i programmi sono sempre quelli + qualche replica e oltretutto ci tocca riempirci al casa di telecomandi e decoder?Dice bene la Littizzetto: “ A cosa serve il decoder? Serve a farci vedere male, pagando, la televisione che prima vedevamo bene gratis!”

Come sempre, condivido quasi sempre tutto ciò che Lucianina ha scritto e non solo: in molti pensieri potrei dirle che mi ha rubato la parola di bocca!

2 commenti: