lunedì 5 marzo 2012

Sai tenere un segreto?, di Sophie Kinsella

Titolo originale: Can you keep a secret?
Anno: 2003
Ambientazione: Inghilterra, 2003

Emma Corrigan è una ragazza come tante. Vive a Londra, divide l’appartamento con le amiche Lissy e Jemima, lavora come assistente marketing presso la Panther Corporation, un’importante multinazionale.
Proprio il suo primo viaggio di lavoro sarà l’occasione per cambiare la sua vita, anche se non nel modo che Emma sperava ( cioè con una promozione ): durante il volo di ritorno, in un momento di panico dovuto a un’improvvisa turbolenza, racconta al suo vicino di posto, un perfetto sconosciuto, tutti i suoi segreti: dal suo vero peso ai dubbi sulla sua relazione col fidanzato, dal senso di inadeguatezza rispetto alla cugina di successo al fatto che il perizoma le dà fastidio… insomma, piccole e grandi cose quotidiane che , per quieto vivere o per altri motivi, ha tenuto per sé. Una volta a terra, la nostra amica non bada più a ciò che è successo sull’aereo e a quello sconosciuto che ha ascoltato i suoi più intimi pensieri senza battere ciglio.
Fino a quando un bel giorno, in azienda non arriva nientepopodimeno che Jack Harper, il fondatore della Panther Corporation, in visita alle sue filiali: che, con grande sgomento di Emma, è proprio lui, lo sconosciuto ascoltatore…




Abbandonata (momentaneamente: all’epoca erano stati pubblicati solo i primi tre episodi) la serie I LOVE SHOPPING, Sophie Kinsella ci regala stavolta un romanzo un po’ diverso: una commedia degli equivoci con tratti seri.
Partendo dal presupposto che tutti, chi più chi meno, abbiamo dei segreti, la domanda di fondo è: quanto questi segreti, anche i più piccoli, possono condizionare o addirittura cambiare la nostra vita? Perché solitamente si pensa che siano solo i grossi segreti a poter avere questa funzione; ma la storia di Emma ci dimostra esattamente il contrario.
I segreti di Emma ( più reale e meno maniacale di Becky Bloomwood, seppur vicina a lei come svampitezza ) infatti, a ben vedere, non sono niente di che: la nostra ha mentito sul suo peso- ovviamente togliendosi qualche kg! ( e quante di noi non l’hanno mai fatto? ), si è tolta una taglia,  ha finto di apprezzare  tutti i concerti jazz e i film di Woody Allen propinatigli dal fidanzato e i capi all’uncinetto confezionategli da una collega ( mentre lei li odia ), si è vendicata  della collega antipatica innaffiandogli la piantina con del succo d’arancia, ha nascosto alla compagna di appartamento il fatto di aver qualche volta preso in prestito senza chiederglielo i suoi vestiti firmati….insomma, tutte cose veniali. Rivelando le quali però Emma ha involontariamente scoperchiato un vaso di Pandora, e se ne accorgerà solo dopo qualche tempo…infatti l’uomo a cui ha confidato tutto, lo sconosciuto che tale avrebbe dovuto rimanere, è invece Jack Harper, il multimilionario fondatore della compagnia in cui Emma lavora. Jack ( il tipico famoso e fascinoso stufo di avere tutti ai suoi piedi - povero lui, lasciatemelo dire! ) rimane affascinato da quella giovane donna impulsiva ma soprattuto molto più “reale” di tutte le donne che ha avuto finora, appartenenti al jet set: tant’è vero che inizia un corteggiamento abbastanza serrato, in cui risulta chiaro fin da subito che le due parti sono sbilanciate: mentre lui sa quasi tutto di Emma, lei si accorge di non saperne molto di lui, soprattuto riguardo ad alcuni fatti misteriosi accaduti durante i loro appuntamenti. E quindi non è l’unica ad avere dei segreti…
Tutto ciò scatenerà una serie di eventi a catena, a volte divertenti, a volte seri ( soprattutto il principale, quello che  a metà del romanzo sembra decisivo nel  rovinare la nascente storia tra Emma e Jack ), che serviranno alla nostra amica per conoscere meglio sé stessa, gli altri e soprattutto per maturare: imparerà a farsi rispettare, a esprimere i propri desideri senza timore di ferire gli altri, a capire che tutto ( o quasi ) ha una spiegazione logica…
Il romanzo è scritto con lo stile vivace tipico dell’autrice, che in più ci mette un pizzico di mistero, riguardante i vari segreti dei personaggi che si intrecciano, e sicuramente ci regala una storia in cui al posto della moda la fa da padrona l’importanza della sincerità.
Certo nel finale c’è un particolare da cui si potrebbe rimanere un pochino delusi..ma in fondo, così vanno le cose a volte. Di cosa sto parlando?
Non ve lo dico…è un segreto!
;)



4 commenti:

  1. Ormai risale a parecchio tempo fa, non ricordo tutti i particolari, ma mi era piaciuto un sacco tanto da continuare a leggere i libri di questa grande autrice! Baci

    RispondiElimina
  2. Letto straletto e riletto! E' uno dei miei preferiti di Sophie! A parte la serie "I love shopping"! Il finale però a me non ha deluso! ;-) ciaooo

    RispondiElimina
  3. @Agata: eh si, non è recentissimo...come ti avevo detto alcune recensioni saranno un po' datate, ma d'altronde ogni libro è un sempreverde!

    @Chiara: concordo, anche per me è uno dei migliori!

    RispondiElimina
  4. questo, a pari merito con "la compagna di scuola" è il mio preferito tra i libri di questa autrice!
    Emma è un personaggio che ho apprezzato particolarmente!
    ciao, Gaia

    RispondiElimina