sabato 25 febbraio 2012

Il fiore e la fiamma, di Kathleen E. Woodiwiss

Titolo originale: (The Flame and the Flower)

Anno di pubblicazione negli USA: 1977

Ambientazione: Inghilterra-Stati Uniti d’America, 1799.

Il libro è il primo della serie I BIRMINGHAM, composta da:
1- The flame and the flower ( Il fiore e la fiamma);
2- The elusive flame ( Cuori in tempesta);
3- A season beyond a kiss ( Una stagione ardente).
Inoltre esiste un altro libro, MARRIED AT MIDNIGHT ( inedito in Italia):si tratta di quattro racconti scritti da quattro scrittrici( Kathleen E.Woodiwiss,Jo Beverley, Tanya Ann Crosby,Samantha James)sul matrimonio.In quello scritto dalla Woodiwiss si narra l’incontro tra Jeff Birmingham e Raelynn Barrett, protagonisti del terzo romanzo della serie.


Heather Simmons vive con gli zii, che la maltrattano;quando durante un viaggio a Londra il fratello della zia tenta di violentarla lei fugge,e vagando per le strade della città incontra l’affascinante capitano yankee Brandon Birmingham, che la seduce( detto in modo molto elegante…).Quando si scopre che è incinta un nobile amico di famiglia rintraccia il seduttore e lo costringe a sposarla;subito dopo i due neosposi si imbarcano sulla nave di cui lui è capitano e che li condurrà nel paese dove vivono i Birmingham, gli Stati Uniti d’America.
Inizialmente tra i due neosposi non scorre molto buon sangue;lui, infuriato per essere stato costretto a sposarsi, le giura che il loro sarà solo un matrimonio di nome, lei non è molto dispiaciuta di tale decisione anche perché il novello sposo non suscita le sue simpatie e la intimorisce col suo carattere irascibile.
Ma se già durante il viaggio sembra che qualcosa nasca fra loro, i problemi già esistenti aumentano al loro arrivo negli Stati Uniti, dove Heather ha la sorpresa di incontrare Jeff, il simpatico fratello di Brandon con cui fa subito amicizia, e Louisa, la romai ex fidanzata del marito, che per vendicarsi dell’abbandono ( nonostante fra loro non ci fosse un sentimento,ma solo motivi economici) renderà la lor vita molto difficile,coinvolgendoli man mano in un vero e proprio giallo.
Contemporaneamente i problemi più grossi li dovranno risolvere all’interno della coppia vincendo le reciproche incomprensioni e lasciando il posto all’attrazione e al sentimento che pian piano li unisce.
Il primo romanzo della trilogia sulla famiglia Birmingham inizia in modo piuttosto violento;mi riferisco ovviamente al primo incontro tra i due protagonisti,Brandon e Heather, che praticamente si avvicina molto allo stupro…fortunatamente la simpatia suscitata fin dalle prime pagine dalla sfortunata Heather è un buon incentivo per continuare nella lettura, durante la quale ( ma almeno per me la cosa si è svolta in maniera graduale) la simpatia finisce per estendersi anche a Brandon, personaggio non certo privo di fascino nonostante i suoi difetti, che in alcune situazioni rischiano di farlo diventare una macchietta.
Un punto a suo favore lo segna quando nonostante tutto non rifiuta di sposare la donna che ha compromesso; il fatto che poi per tutto il viaggio in nave le rinfacci di essere stato costretto è solo un suo modo per auto-convincersi di tenere le redini della situazione ( in fondo ne va del suo orgoglio maschile e della sua reputazione di “macho”duro e puro).In realtà la lettore appare subito chiarissimo che chi comanda, seppur in modo inconsapevole persino a sé stessa, è Heather che dapprima col suo caratterino focoso, poi con la sua dolcezza e pazienza ( e con un tipo simile ce ne vuole davvero molta) conquista il sempre meno riluttante marito trasformandolo da impenitente libertino a marito modello e padre affettuoso, tutto casa e famiglia:certo la trasformazione richiede tempo ( un anno circa)ma il risultato è più che soddisfacente.
D’altro canto l’affascinante Brandon, dopo l’iniziale riluttanza si lascia a poco a poco domare più che volentieri, completamente o quasi soggiogato dal fascino della mogliettina, anche se per i motivi sopra detti cerca di resistere il più possibile.
Se il giallo in cui li coinvolge la perfida Louisa è coinvolgente quanto lei( ed essendo la donna in questione il cliché più classico della sgualdrina vogliosa di sesso e soldi non è un gran complimento),la cosa migliore del romanzo è il personaggio di Jeff:bello, intelligente, molto più maturo del fratello maggiore, sveglio,è protagonista delle migliori scene del romanzo, anche perché è l’unico che capisce al volo come stanno le cose tra il fratello e la cognata e non perde occasione per punzecchiarlo, divertendosi lui stesso.
Insomma una lettura che magari all’inizio può non interessare, ma che man mano diventa sempre più coinvolgente.

Nessun commento:

Posta un commento